2 giorni a Roma con i bambini cosa visitare divertendosi e dove mangiare

Shares

Roma, città dalle molteplici sfumature, ci regala l’emozione di un continuo viaggio attraverso i secoli e di certo non saranno sufficienti 2 giorni per viverla e scoprirla tutta.

Sfruttando i giorni di festività nel periodo del 1° maggio, abbiamo visitato la città dal sabato sera al lunedi sera con i nostri bambini di 2, 6 e 7 anni ed è stata anche la loro prima volta a Roma!
Qui racconto il nostro tour della città, e le informazioni utili per spostarsi, cosa visitare e dove mangiare.

Meglio in auto o in treno?


Roma è una città molto trafficata, abbiamo quindi scelto di raggiungerla in treno per poi spostarci a piedi e con i mezzi pubblici.
Alloggiare nei pressi della stazione Termini è stata una scelta vincente: in questo modo non abbiamo “perso tempo” per raggiungere l’hotel e ne abbiamo guadagnato altro per visitare la città.
La zona della stazione Termini, inoltre, è ben servita dai mezzi pubblici, dalla metropolitana ed è facile e veloce spostarsi in ogni direzione.
Per ottimizzare anche i costi del trasporto pubblico, abbiamo scelto il biglietto valido 48 ore dalla timbratura.
Per trovare la combinazione adatta a te consulta il sito ufficiale Atac .

I bambini più grandi si sono avvicinati e interessati molto alla storia di questa città, grazie alla nostra guida acquistata di volata in stazione prima di partire (voi però non fatelo perchè la paghereste molto di più! noi avevamo dimenticato la nostra a casa! ).
Utile anche l’acquisto di una mappa cartacea della città anche se molti alberghi forniscono la cartina turistica.



Booking.com

 

Sabato sera


Il nostro percorso ha inizio di sabato sera: dopo il check in in albergo e la cena al ristorante, ci concediamo una piacevole passeggiata che ci porta dalla stazione Termini fino al Colosseo.
Domenica


Il giorno dopo sveglia presto: valutato tempo disponibile e distanze, abbiamo scelto un itinerario adatto a visitare più luoghi.
Così il nostro giro della domenica mattina ha inizio da Piazza di Spagna.
Raggiunta la piazza con la linea A della metropolitana ( fermata Spagna), abbiamo proseguito a piedi lungo il percorso che porta alla Fontana di Trevi, al Pantheon e a piazza Navona.
Subito dopo siamo sbucati sul lungo Tevere, ammirando dall’esterno Castel Sant’Angelo e dirigendoci in piazza San Pietro.

Da qui abbiamo preso la metro (fermata Ottaviano, linea A) in direzione Termini.
Un salto veloce in hotel per cambiarci ed eravamo già sull’autobus per la nostra cena e serata a Trastevere.
Lunedi


La mattina è trascorsa visitando il Vittoriano (Altare della Patria), via dei Fori Imperiali fino al Colosseo che abbiamo voluto replicare anche in versione diurna.
Da qui abbiamo preso la metro (fermata Colosseo, linea B) in direzione stazione Termini per salire sul treno del ritorno a casa, felici di aver vissuto 2 giorni intensi, ma tristi di andar via.

1) COLOSSEO
E’ il simbolo per eccellenza della Roma Imperiale ed è stata la nostra prima tappa del sabato per innamorarci subito del suo incanto in versione serale. E’ il monumento che più è piaciuto ai bambini, affascinati dai racconti delle lotte fra gladiatori e dal significato del gesto “pollice in su” o “pollice in giù” che decideva le sorti del gladiatore sconfitto.
Per informazioni su orari e prezzi dei biglietti, consulta questo sito ➡ informazioni Colosseo
I visitatori di età inferiore ai 18 anni non pagano e la prima domenica di ogni mese l’ ingresso è gratuito per tutti.

2) PIAZZA DI SPAGNA
Una passeggiata nell’elegante Piazza di Spagna per ammirare al centro la famosa Fontana della Barcaccia scolpita dal Bernini con alle sue spalle la quasi teatrale scenografia della scalinata di Trinità dei Monti (soprattutto con i fiori di primavera!).
Rappresenta una delle piazze più raffinate e più affollate di Roma.
Dal punto di vista fotografico è da evitare al mattino in quanto la luce del sole è poco favorevole.

3) FONTANA DI TREVI
Da Piazza di Spagna ci si sposta facilmente a piedi fino alla Fontana di Trevi, altro simbolo di Roma e altro capolavoro di impareggiabile bellezza.
E’ anche uno dei luoghi in cui i bambini possono sentirsi maggiormente coinvolti e divertiti: “lancia una monetina nelle sue acque portafortuna e ti garantirai il ritorno a Roma”.
O almeno così dice la tradizione.
Altro elemento di curiosità per i bambini è la descrizione della statua di Oceano, dio del mare: qui è trainato dai due cavalli marini “cavallo placido” e “cavallo agitato” nomi che si riferiscono agli analoghi momenti del mare a volte calmo e a volte appunto agitato.

4) PANTHEON
Qui si respira davvero tanta storia. Era il tempio dedicato a tutte le divinità romane ed è tra i monumenti storici meglio conservati di Roma. Capolavoro di architettura e ingegneria con il suo caratteristico foro nella cupola (oculus) ospita al suo interno le tombe dei Re d’Italia.

5) PIAZZA NAVONA
Con le sue fontane, Roma si è meritata il titolo di “città di acqua, di marmo e di pietra” e in questa piazza ne troviamo tre davvero favolose. Fra queste, la Fontana dei Quattro fiumi del Bernini che rende la piazza un luogo di eccezionale bellezza e di grande orgoglio per i romani.
Artisti di strada, musica, colori, incontri: emozionante da visitare e da vivere.

6) PIAZZA SAN PIETRO
Tappa irrinunciabile se si vuole visitare veramente Roma. Il colonnato con il suo gioco di prospettiva sembra chiudersi in un grande abbraccio alla città di Roma e al mondo intero (così era stato concepito dal Bernini che fu il suo ideatore).
Qui si respira un senso di vicinanza al più grande simbolo della cristianità.
Consiglio di arrivarci da via della Conciliazione per graduare l’emozione!
L’ingresso alla Basilica è gratuito: è consigliabile arrivarci al mattino presto perché le file sono piuttosto lunghe.

7) TRASTEVERE
Trastevere è uno dei quartieri più suggestivi e caratteristici di Roma, ma per scoprire la sua magia, occorre viverla di notte quando si respira l’anima autentica dei romani. E’ un quartiere dal sapore antico, in cui è d’obbligo perdersi nei suoi vicoli stretti e colorati.
La visita a Trastevere non può che iniziare dalla famosa Basilica di Santa Maria, uno dei gioielli medievali di Roma, che si trova nella piazza omonima, una delle più belle della città.
Quartiere ricco di vita, di pub, locali, gelaterie e trattorie di ottima qualità. Nella foto vediamo uno degli artisti di strada suonare la chitarra con il suo fedele coniglietto sulla spalla.

8) FORI IMPERIALI
E’ sicuramente una delle aree archeologiche e storiche più famose e contemporaneamente affascinanti di tutto il mondo. La passeggiata che parte dal Colosseo per finire al Vittoriano, lascia senza fiato ed emoziona anche il turista più esperto.
Ammirare gli antichi fori di assoluta magnificenza, le statue degli imperatori, i frammenti di palazzi, fa sembrare di essere in un museo all’aperto!

9) ALTARE DELLA PATRIA (Vittoriano)
I romani la chiamano scherzosamente macchina da scrivere o torta nuziale: si tratta del monumento a Vittorio Emanuele II, primo Re d’Italia e domina il centro di Roma.
Si possono ammirare armi, stendardi, bandiere, rendere omaggio al Milite Ignoto, ammirare la Roma antica dalla terrazza e fare una visita al museo sulla storia d’Italia.

DOVE MANGIARE A ROMA
Questi sono i ristoranti testati e consigliati da noi, adatti a famiglie con bambini.

“La mensa di Bacco” si trova nei pressi della stazione Termini.
Cucina semplice dai sapori locali, buona qualità dei piatti e giusto rapporto qualità prezzo.
Da provare la pasta cacio e pepe e l’intramontabile amatriciana.
Qui ci siamo addirittura tornati una seconda volta.

– Il ristorante “Achille al Pantheon” lo trovate sulla strada che porta dalla Fontana di Trevi al Pantheon.
Offre un menù turistico di ottima qualità con piatti tipici della tradizione romana. Consigliatissimo anche agli amanti della pizza e ai vegetariani.

Popi Popi in zona Trastevere.
Dopo una passeggiata in questo romantico quartiere, potrai fermarti per una cena esclusiva al ristorante/pizzeria Popi Popi (è consigliata la prenotazione). Eccellente cucina romanesca, assolutamente imperdibili i saltimbocca alla romana, i carciofi alla romana e il tiramisù!

Dopo ogni viaggio fatto a Roma, si torna a casa con la convinzione di non aver visto mai abbastanza.
Del resto Roma non è stata costruita in un giorno e non si potranno scoprire le sue bellezze in un giorno o due: intanto la monetina nella vasca della Fontana di Trevi noi l’abbiamo lanciata 🙂

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici: il tuo parere porta valore a questo sito  😉

Per rimanere sempre aggiornato 😉  Seguici anche sulla nostra pagina Facebook   Vita in Famiglia

Booking.com

Shares

4 thoughts on “2 giorni a Roma con i bambini cosa visitare divertendosi e dove mangiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.