2 giorni a Roma con i bambini cosa visitare divertendosi e dove mangiare

Colosseo
Shares

Vuoi pianificare un week end a Roma con i bambini?

In questo articolo racconto il nostro tour della città, e le informazioni utili per spostarsi, cosa visitare e dove mangiare.

Roma, città dalle molteplici sfumature, ci regala l’emozione di un continuo viaggio attraverso i secoli e di certo non saranno sufficienti 2 giorni per viverla e scoprirla tutta.

Sfruttando i giorni di festività nel periodo del 1° maggio, dal sabato sera al lunedì sera, abbiamo visitato Roma con i bambini che hanno scoperto per la prima volta questa città, prima vista solo sui libri o in TV.

Sul nostro canale YouTube abbiamo documentato la nostra esperienza con una mini guida su cosa vedere a Roma con i bambini.

Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Meglio in auto o in treno?

    Roma è una città molto trafficata, abbiamo quindi scelto di raggiungerla in treno per poi spostarci a piedi e con i mezzi pubblici.

    Alloggiare nei pressi della stazione Termini è stata una scelta vincente: in questo modo non abbiamo “perso tempo” per raggiungere l’hotel e ne abbiamo guadagnato altro per visitare la città.

    La zona della stazione Termini, inoltre, è ben servita dai mezzi pubblici, dalla metropolitana ed è facile e veloce spostarsi in ogni direzione.

    Per ottimizzare anche i costi del trasporto pubblico, abbiamo scelto il biglietto valido 48 ore dalla timbratura.
    Per trovare la combinazione adatta a te consulta il sito ufficiale Atac .

    I bambini più grandi si sono avvicinati e interessati molto alla storia di questa città, grazie alla nostra guida acquistata di volata in stazione prima di partire (voi però non fatelo perché la paghereste molto di più! noi avevamo dimenticato la nostra a casa!).

    Utile anche l’acquisto di una mappa cartacea della città anche se molti alberghi forniscono la cartina turistica.

    Sabato sera

    Il nostro percorso ha inizio di sabato sera: dopo il check in in albergo e la cena al ristorante, ci concediamo una piacevole passeggiata che ci porta dalla stazione Termini fino al Colosseo.

    Domenica

    Il giorno dopo sveglia presto: valutato tempo disponibile e distanze, abbiamo scelto un itinerario adatto a visitare più luoghi.

    Così il nostro giro della domenica mattina ha inizio da Piazza di Spagna.


    Raggiunta la piazza con la linea A della metropolitana ( fermata Spagna), abbiamo proseguito a piedi lungo il percorso che porta alla Fontana di Trevi, al Pantheon e a piazza Navona.


    Subito dopo siamo sbucati sul lungo Tevere, ammirando dall’esterno Castel Sant’Angelo e dirigendoci in piazza San Pietro.



    Da qui abbiamo preso la metro (fermata Ottaviano, linea A) in direzione Termini.
    Un salto veloce in hotel per cambiarci ed eravamo già sull’autobus per la nostra cena e serata a Trastevere.

    Lunedì

    La mattina è trascorsa visitando il Vittoriano (Altare della Patria), via dei Fori Imperiali fino al Colosseo che abbiamo voluto replicare anche in versione diurna.

    Da qui abbiamo preso la metro (fermata Colosseo, linea B) in direzione stazione Termini per salire sul treno del ritorno a casa, felici di aver vissuto 2 giorni intensi, ma tristi di andar via.

    1) COLOSSEO

    È il simbolo per eccellenza della Roma Imperiale ed è stata la nostra prima tappa del sabato per innamorarci subito del suo incanto in versione serale. 

    E’ il monumento che più è piaciuto ai bambini, affascinati dai racconti delle lotte fra gladiatori e dal significato del gesto “pollice in su” o “pollice in giù” che decideva le sorti del gladiatore sconfitto.
    Per informazioni su orari e prezzi dei biglietti, consulta le  informazioni sul Colosseo.

    I visitatori di età inferiore ai 18 anni non pagano e la prima domenica di ogni mese l’ ingresso è gratuito per tutti.

    2) PIAZZA DI SPAGNA

    Una passeggiata nell’elegante Piazza di Spagna per ammirare al centro la famosa Fontana della Barcaccia scolpita dal Bernini con alle sue spalle la quasi teatrale scenografia della scalinata di Trinità dei Monti (soprattutto con i fiori di primavera!).

    Rappresenta una delle piazze più raffinate e più affollate di Roma.
    Dal punto di vista fotografico è da evitare al mattino in quanto la luce del sole è poco favorevole.

    3) FONTANA DI TREVI

    Da Piazza di Spagna ci si sposta facilmente a piedi fino alla Fontana di Trevi, altro simbolo di Roma e altro capolavoro di impareggiabile bellezza.

    E’ anche uno dei luoghi in cui i bambini possono sentirsi maggiormente coinvolti e divertiti: “lancia una monetina nelle sue acque portafortuna e ti garantirai il ritorno a Roma”.

    O almeno così dice la tradizione.
    Altro elemento di curiosità per i bambini è la descrizione della statua di Oceano, dio del mare: qui è trainato dai due cavalli marini “cavallo placido” e “cavallo agitato” nomi che si riferiscono agli analoghi momenti del mare a volte calmo e a volte appunto agitato.

    4) PANTHEON

    Qui si respira davvero tanta storia. Era il tempio dedicato a tutte le divinità romane ed è tra i monumenti storici meglio conservati di Roma. 

    Capolavoro di architettura e ingegneria con il suo caratteristico foro nella cupola (oculus) ospita al suo interno le tombe dei Re d’Italia.

    5) PIAZZA NAVONA

    Con le sue fontane, Roma si è meritata il titolo di “città di acqua, di marmo e di pietra” e in questa piazza ne troviamo tre davvero favolose. Fra queste, la Fontana dei Quattro fiumi del Bernini che rende la piazza un luogo di eccezionale bellezza e di grande orgoglio per i romani.


    Artisti di strada, musica, colori, incontri: emozionante da visitare e da vivere.

    6) PIAZZA SAN PIETRO

    Tappa irrinunciabile se si vuole visitare veramente Roma. Il colonnato con il suo gioco di prospettiva sembra chiudersi in un grande abbraccio alla città di Roma e al mondo intero (così era stato concepito dal Bernini che fu il suo ideatore).

    Qui si respira un senso di vicinanza al più grande simbolo della cristianità.

    Consiglio di arrivarci da via della Conciliazione per graduare l’emozione!
    L’ingresso alla Basilica è gratuito: è consigliabile arrivarci al mattino presto perché le file sono piuttosto lunghe.

    7) TRASTEVERE

    Trastevere è uno dei quartieri più suggestivi e caratteristici di Roma, ma per scoprire la sua magia, occorre viverla di notte quando si respira l’anima autentica dei romani. 

    E’ un quartiere dal sapore antico, in cui è d’obbligo perdersi nei suoi vicoli stretti e colorati.

    La visita a Trastevere non può che iniziare dalla famosa Basilica di Santa Maria, uno dei gioielli medievali di Roma, che si trova nella piazza omonima, una delle più belle della città.

    Quartiere ricco di vita, di pub, locali, gelaterie e trattorie di ottima qualità. Nella foto vediamo uno degli artisti di strada suonare la chitarra con il suo fedele coniglietto sulla spalla.

    8) FORI IMPERIALI

    Quando si decide di andare a Roma con i bambini, questa è una tappa obbligatoria e affascinante perché profuma di quella storia che da sempre si incontra sui libri di scuola.

    È sicuramente una delle aree archeologiche e storiche più famose e contemporaneamente affascinanti di tutto il mondo. La passeggiata che parte dal Colosseo per finire al Vittoriano, lascia senza fiato ed emoziona anche il turista più esperto.

    Ammirare gli antichi fori di assoluta magnificenza, le statue degli imperatori, i frammenti di palazzi, fa sembrare di essere in un museo all’aperto!

    9) ALTARE DELLA PATRIA (Vittoriano)

    I romani la chiamano scherzosamente macchina da scrivere o torta nuziale: si tratta del monumento a Vittorio Emanuele II, primo Re d’Italia e domina il centro di Roma.

    Si possono ammirare armi, stendardi, bandiere, rendere omaggio al Milite Ignoto, ammirare la Roma antica dalla terrazza e fare una visita al museo sulla storia d’Italia.

    Dove mangiare a Roma con i bambini

    Questi sono i ristoranti testati e consigliati da noi, adatti a famiglie con bambini.

    “La mensa di Bacco” si trova nei pressi della stazione Termini.
    Cucina semplice dai sapori locali, buona qualità dei piatti e giusto rapporto qualità prezzo.
    Da provare la pasta cacio e pepe e l’intramontabile amatriciana.
    Qui ci siamo addirittura tornati una seconda volta.

    Il ristorante “Achille al Pantheon” lo trovate sulla strada che porta dalla Fontana di Trevi al Pantheon.


    Offre un menù turistico di ottima qualità con piatti tipici della tradizione romana. Consigliatissimo anche agli amanti della pizza e ai vegetariani.

    Popi Popi in zona Trastevere.
    Dopo una passeggiata in questo romantico quartiere, potrai fermarti per una cena esclusiva al ristorante/pizzeria Popi Popi (è consigliata la prenotazione). 

    Eccellente cucina romanesca, assolutamente imperdibili i saltimbocca alla romana, i carciofi alla romana e il tiramisù!

    Dopo ogni viaggio fatto a Roma, si torna a casa con la convinzione di non aver visto mai abbastanza.
    Del resto Roma non è stata costruita in un giorno e non si potranno scoprire le sue bellezze in un giorno o due: intanto la monetina nella vasca della Fontana di Trevi noi l’abbiamo lanciata 😗

    Vieni a trovarci anche su Instagram e Facebook per accompagnarci in tempo reale nei nostri viaggi e condividere esperienze quotidiane.

    Unisciti anche tu alla nostra Community iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere una volta alla settimana idee di viaggio ed esperienze per famiglie! Riceverai subito e gratuitamente il Family Calendario per organizzare il tempo e le attività della tua famiglia!

    Shares
    5 1 vote
    Article Rating
    Subscribe
    Notificami
    guest
    4 Commenti
    Oldest
    Newest Most Voted
    Inline Feedbacks
    View all comments
    Francesca | Chicks and TRips
    Francesca | Chicks and TRips
    5 anni fa

    Per i bambini consiglio anche il museo MAXXI di Roma, periodicamente fanno delle iniziative per i più piccoli molti interessanti e divertenti.

    Elena
    Elena
    5 anni fa

    Che buono spunto per chi ha famiglia.

    4
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    Torna in alto