5 motivi per far giocare i bambini all’aria aperta in ogni stagione

Shares

Non esiste il bello o il cattivo tempo.
Esistono solo abiti adeguati o non adeguati.

La montagna, il bosco, il parco e i giardini sono tutti amici dei bambini e bisogna viverli in ogni momento dell’anno, anche in autunno e in inverno, stagioni ricche di tante esperienze interessanti (come raccogliere foglie colorate o castagne, fare un pupazzo di neve, etc..)

Di motivi per stare all’aperto ce ne sono davvero tanti!
Nella vita di tutti i giorni e in particolare nelle realtà metropolitane, ci si ritrova immersi negli impegni tendendo spesso a stare in luoghi chiusi.

Dobbiamo ricordarci che esiste un legame speciale fra bambini e natura: con i giusti accorgimenti, genitori e figli potranno concedersi momenti non strutturati dove l’unica connessione sarà quella con la natura.

Indossiamo mantelline antipioggia, stivaletti e abiti adatti alla temperatura, usciamo privilegiando le ore più calde della giornata.

Perché è così importante per i bambini stare a contatto con la natura e fare attività all’aria aperta?

1) Rinforza il sistema immunitario
Non è il freddo che li fa ammalare, ma sono virus e batteri che si trasmettono da una persona all’altra in ambienti chiusi o troppo caldi (scuole, asili, ma anche in casa se sono presenti persone malate).
All’aria aperta si riducono le possibilità di ammalarsi in quanto c’è maggiore circolazione d’aria.
Inoltre fare movimento all’aperto aiuta i bambini a dormire in modo più sereno, a nutrirsi in modo sano e a mantenere in allenamento mente e corpo.
Ricordiamoci anche che il sole stimola la produzione di vitamina D, utile per le ossa.

2) E’ divertente
Correre, rotolarsi sull’erba, sporcarsi, arrampicarsi, saltare: sono tutte attività che portano felicità e riducono lo stress.
Passeggiare all’aria aperta farà bene non solo ai bambini, ma ha effetti positivi anche sull’umore dei genitori.

3) Si allenano i cinque sensi
Giocando all’aria aperta i bambini vedono, sentono e odorano il mondo in una maniera che al chiuso non potrebbero fare.
Le esperienze multisensoriali sono importanti perché garantiscono un equilibrato sviluppo psicofisico e favoriscono l’apprendimento.
Imparare come è fatto un albero o come vola un uccello è più semplice se studiato “sul campo” piuttosto che apprenderlo dai libri o dalla tv.

4) Crea relazioni sociali
Andando al parco o ai giardini, non troveranno tasti da schiacciare o schermi da guardare: ci saranno amici da incontrare, nuove conoscenze da fare e regole di convivenza da imparare.
Il bambino divertendosi apprende le regole della socializzazione e il rispetto degli spazi comuni e degli altri esseri viventi presenti in natura.

5) Aumenta la creatività e la concentrazione
Passeggiare nel bosco, in montagna, fra ruscelli e alberi, allena l’immaginazione e la fantasia. L’ambiente naturale e l’assenza di un gioco strutturato, “costringe” i bambini a inventarsi un gioco in maniera spontanea e casuale, interagendo con piante, animali, persone e oggetti.

Sul tema potrebbe insegnarci molto la cultura nord europea, in particolare l’esperienza dei genitori danesi.
Se c’è una cosa che differenzia profondamente i Danesi dagli Italiani (e da molti altri popoli europei) è il modo di crescere i bambini. Soprattutto in Inverno.
Secondo l’ideologia nordica, il bambino deve abituare il proprio corpo ed il proprio sistema immunitario all’alternarsi delle stagioni: questa partecipazione fisica al ciclo delle stagioni è fondamentale per la crescita e la salute del bambino.

Se vuoi approfondire il tema sull’educazione danese leggi il libro di Jessica Alexander e Iben Sandahl: Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici: il tuo parere porta valore a questo sito 🙂
Per rimanere sempre aggiornato seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Instagram   😉

Shares

25 thoughts on “5 motivi per far giocare i bambini all’aria aperta in ogni stagione

  1. Sono d’accordo con te e questo metodo!
    Mi ricorda i miei tempi … cosa che sto cercando di fare anche io nonostante viva in città.

  2. Ciao Marie, anche noi come te viviamo in città e il tempo all’aria aperta è prezioso per i bambini, ma anche per noi genitori 🙂 E’ utile per allontanare lo stress, liberare la mente e organizzare i pensieri . In mezzo alla batura nascono grandi idee 😉

  3. Hai ragione su tutto. Anche noi cerchiamo di stare fuori il più possibile anche d’ inverno! Purtroppo viviamo in pianura Padana e con la nebbia in inverno si respira anche lo smog. Siamo costretti a fughe in montagna

  4. Siamo troppo in sintonia con la tua filosofia bambini e natura, i motivi che hai elencato dovrebbero convincere tutte le mamme, chiaro vivere in città non aiuta,ma quando è possibile bisogna scappare incontro alla natura

  5. Sono assolutamente d’accordo con te. Ma in Italia ancora non mi sembra che ci sia tanto questa cultura. Quando il tempo non è dei migliori, se vai al parco, stai da solo 🙂

  6. sono assolutamente d’accordo con te, pensa che io pur di vivere la natura e la vita con la mia appena ha cominciato a camminare ho smesso di usare il marsupio e non ho mai usato il passeggino ma subito l’ho abituata a camminare e a godere di quello che la natura offre a tutte le stagioni

  7. Come non essere d’accordo con te. Sarà cha anche io da piccola ho sempre giocato fuori, con il sole e con la pioggia e … sono ancora qui. MA poi, quanto è bello sentire le urla dei bambini d’estate? Mi mettono allegria, orami non si sentono nemmeno più

  8. Hai perfettamente ragione, anche i miei genitori mi hanno cresciuto così, infatti io mi ammalo di rado, ho un sistema immunitario molto alto. Purtroppo ancora molte persone credono che sia il freddo che fa ammalare.

  9. Io amo stare all’aria aperta. Quindi non posso che confermare tutto quello che dici. Quando il sabato sto con mio nipote stiamo quasi sempre fuori, non mi piace piazzarlo davanti alla tv o al tablet

  10. Sono d’accordo con tutto se non fosse che nelle nostre città il livello di smog e inquinamento è così alto che portare i bambini fuori può essere un rischio in alcune stagioni. La qualità dell’aria danese è molto diversa dalla nostra.

  11. Verissimo. Concordo su tutto. Motivo per cui settimana prossima io e chandra andremo alla ricerca dei parchi di divertimento all’apertO a Cracovia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.