Baviera in Camper: Füssen tra castelli, storia e panorami fiabeschi

Shares

Se vuoi esplorare la Baviera in camper tra castelli, storia e panorami fiabeschi, Füssen rappresenta una tappa imperdibile.

Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Questo itinerario ti condurrà alla scoperta di tre autentici gioielli bavaresi: Füssen,la città da cui parte la Romantische Strasse, il Castello di Hohenschwangau e l’iconico Castello di Neuschwanstein che ha ispirato la Walt Disney.

    In questa esplorazione, sveleremo anche la storia del re enigmatico Ludwig II, il “papà” dei castelli di Baviera e cugino della “principessa Sissi”.

    Füssen e la Romantische Strasse

    Abbracciata dalle alpi bavaresi, Füssen con i suoi 808 metri di altezza sul livello del mare è la cittadina più in alto della Baviera. 

    Si trova a soli 3 km dal confine austriaco ed è attraversata dal fiume Lech (affluente del Danubio) che sfocia nel lago artificiale Forggensee.

    Anche se è conosciuta principalmente per ospitare nel suo territorio il Castello di Neuschwanstein, merita assolutamente una visita per la sua affascinante atmosfera bavarese, le vie medioevali del centro storico, le casette dai colori vivaci, e l’opportunità di immergersi nell’autentica cultura e tradizione locali.

    Il centro storico di Füssen è quasi interamente pedonale e non mancano le caratteristiche biergärten (birrerie), dove si possono assaggiare le birre più gustose del territorio.

    Siamo in Baviera dopo tutto!

    Da non perdere la passeggiata sul lungofiume perché regala un paesaggio straordinario caratterizzato da montagne, laghi e colline.

    Da Füssen ha inizio la Romantische Strasse (La strada Romantica) considerata tra i più affascinanti itinerari della Baviera. 

    E’ un percorso di castelli medievali, paesi circondati da mura di cinta, parchi naturali e paesaggi incantevoli.

    La Romantische Strasse parte da Füssen fino ad arrivare a Würzburg per un totale di circa 460 km.

    Lungo l’itinerario, da sud a nord, vedrai il paesaggio cambiare.

    Dalle alpi bavaresi attraverserai panorami vari e suggestivi fra boschi, cittadine medioevali, laghi, prati in fiore, fino ad arrivare alla valle del fiume Meno (affluente del Reno).

    Dove Sostare a Füssen

    Ci sono 3 aree attrezzate in cui sostare, tutte abbastanza vicine l’una dall’altra.

    Wohnmobileplatz Füssen Camper’s Stop posizionata a 1.5 km dal centro, facilmente raggiungibile sia a piedi che con i mezzi.

    Wohnmobilplatz Sportstudio Füssen si trova a 15 minuti dal centro (nel costo dell’ area sono compresi i biglietti per i mezzi pubblici anche per raggiungere il castello di Neuschwanstein).

    Wohnmobilpark Füssen è posizionata a 700 metri dal lago Forggensee.

    Castello di Neuschwanstein

    E’ il castello più visitato della Germania e per questo motivo bisogna prenotare in anticipo i biglietti di ingresso.

    Fu costruito alla fine del XIX secolo per volere dell’eccentrico re Ludwig II che finanziò l’opera a sue spese, ma morì in circostanze misteriose senza aver visto il suo progetto finito.

    Le sue torri romantiche e il fascino del paesaggio che lo circonda ha ispirato il castello della fiaba “La bella addormentata nel bosco”, diventando un’icona della Walt Disney.

    Il castello si trova a Schwangau, cittadina a pochi minuti da Füssen, ed è stato proposto per le sette meraviglie del mondo moderno.

    La visita al castello dura circa 30 minuti ed è consentita solo con visita guidata e prima del tour ti verranno forniti i dispositivi audioguida nella tua lingua. 

    Puoi comprare i biglietti on line sul sito ufficiale del castello.

    Il momento migliore per visitare il castello di Neuschwanstein con i bambini è la mattina.

    E’ possibile raggiungere il castello percorrendo a piedi una strada un po’ ripida (40 minuti), in bus navetta (10 minuti) o per i più romantici  in carrozza trainata da cavalli.

    All’interno del castello fiabesco sono presenti comodità sorprendentemente avanzate per quel tempo.

    Tra queste, spiccano un sistema di riscaldamento ad aria, montacarichi per trasportare i pasti,  un sistema di campanelli elettrici per chiamare la servitù, la presenza di acqua corrente a tutti i piani e addirittura sciacquoni automatici nei bagni.

    Dove sostare con il camper

    Ai piedi del Castello di Neuschwanstein si trova il parcheggio Parkplatz P2 Königsschlösser adatto ad accogliere i camper, ma non è consentita la sosta notturna.

    Castello di Hohenschwangau

    Esattamente di fronte a Neuschwanstein, si trova Hohenschwangau l’altro castello di re Ludwing II. 

    Molti viaggiatori che decidono di visitare Neuschwanstein rimangono sorpresi nel vedere un secondo castello.

    E’ qui che il sovrano ha trascorso buona parte della sua giovinezza, ospitando più volte il suo amico musicista Richard Wagner.

    Nella camera del re è infatti conservato il pianoforte in legno d’acero che si dice il musicista suonasse per i concerti privati riservati al monarca.

    A dare vita a questo straordinario palazzo fu il padre di Ludwig II, Massimiliano II di Baviera.

    Egli acquistò le rovine dell’antico castello appartenente ai signori di Schwangau trasformandole nell’elegante dimora che ammiriamo oggi.

    Questo castello è un vero gioiello, caratterizzato da uno stile neogotico unico e torri imponenti che si ergono fieramente.

    A differenza del vicino Neuschwanstein, la particolarità di questo castello risiede nel fatto che è completamente arredato.

    Puoi acquistare i biglietti direttamente all’ingresso (con il rischio di trovare una fila lunghissima) oppure on line sul sito ufficiale.

    Se dopo la visita ai castelli, se vuoi fermarti a bere una buona birra o a gustare le prelibatezze della cucina bavarese, a pochi metri dal parcheggio ci sono diversi ristoranti.

    Noi ci siamo fermati da Alpenstuben che con le sue specialità ha messo d’accordo tutti i palati.

    Chi era Re Ludwing ll

    Ludwig II di Baviera, noto anche come il “re folle“, è una figura affascinante della storia bavarese del XIX secolo. 

    Nato nel 1845, Ludwig fu educato in maniera rigorosa e gli mancò l’affetto dei genitori che si mostrarono freddi e distanti.

    Alla morte del padre salì al trono bavarese nel 1864, all’età di 18 anni, ma si mostrò subito disinteressato verso il governo del suo regno e la vita politica.

    Dall’animo sensibile e sognatore, fu anche un re spendaccione perché sperperò i beni dello stato per la costruzione di castelli ad uso privato causando lo sconcerto dei ministri e la propria rovina.

    In un’epoca dominata da un forte moralismo, Ludwig II visse la sua omosessualità in maniera tormentata, costretto ad affrontare la pressante necessità di garantire un erede al trono.

    Così accettò il fidanzamento con sua cugina Sofia Carlotta di Baviera sorella di Elisabetta di Baviera, imperatrice d’Austria e regina d’Ungheria, impropriamente chiamata “principessa Sissi” nel panorama cinematografico.

    Fu fissata la data delle nozze, ma poi la cerimonia venne rinviata varie volte per essere infine annullata.

    La tragica vita personale di Ludwig II ebbe ripercussioni politiche, e quando il re si rese conto dell’indebolimento del suo regno, si ritirò all’interno di uno dei suoi castelli.

    Una commissione governativa lo accusò di insanità mentale dichiarandolo incapace di governare e Ludwig fu arrestato e trasferito nel castello di Berg dove morì esattamente il giorno successivo.

    Il giorno della sua morte Ludwig chiese alle guardie di poter fare una passeggiata sulle rive del lago Starnberg insieme al suo medico.

    Poco dopo furono ritrovati misteriosamente annegati nelle acque del lago.

    La sua morte suscitò molte perplessità in quanto era noto che il re fosse un abile nuotatore e l’autopsia non mostrò tracce di acqua nei polmoni.

    Vieni a trovarci anche su Instagram per accompagnarci in tempo reale nei nostri viaggi e condividere esperienze quotidiane.

    Se vuoi viaggiare in camper in modo sicuro e organizzatoscarica subito la nostra Checklist gratuita
    Sarà la tua guida dettagliata per ogni fase del viaggio.

    Shares
    5 2 votes
    Article Rating
    Subscribe
    Notificami
    guest
    2 Commenti
    Oldest
    Newest Most Voted
    Inline Feedbacks
    View all comments
    Daria
    Daria
    1 mese fa

    Questo castello è davvero una favola!!

    2
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    Torna in alto