Borghetto sul Mincio: 6 imperdibili cose da visitare

Shares

Borghetto sul Mincio è dove natura e medioevo si incontrano a due passi dal lago di Garda ed è una destinazione perfetta per una gita di famiglia.

gita di famiglia Borghetto sul Mincio

Per il suo armonico equilibrio fra storia e paesaggio è stato inserito nel Club dei borghi più belli d’Italia.

Il fiume Mincio è l’unico emissario del lago di Garda che scorre senza sosta fino al Po.

Borghetto si trova in provincia di Verona, al confine fra Lombardia e Veneto, ed è una frazione del comune di Valeggio sul Mincio.

La sua origine è longobarda, ma fra i suoi vicoletti si respira aria di medioevo e la sua atmosfera quasi fiabesca vi farà innamorare.

In questo post vi suggeriamo le 6 imperdibili cose da visitare a Borghetto sul Mincio.

1. Passeggiare nel centro storico

Borghetto ha origini contadine e il minuscolo centro storico conserva ancora le ruote degli antichi mulini che, azionate dalle acque del fiume, servivano per macinare il grano.

Oggi alcune ruote dei mulini sono state rimesse in funzione e la musica dello scorrere dell’acqua crea un’atmosfera unica.

E’ veramente un piccolo centro e per questo motivo si visita in breve tempo: ciò che colpisce subito sono le casette colorate e i caratteristici ristoranti che sembrano ‘appoggiati’ sul fiume Mincio quasi come fossero palafitte.

Sotto le loro fondamenta, scorre l’acqua!

Per le vie del centro si possono acquistare prodotti locali come varie tipologie di miele, dolci e sapone vegetale artigianale.

Passeggiare fra le luci del tramonto, le file ordinate dei vigneti e i profumi provenienti dalla cucine delle locande è molto suggestivo.

Fra le viuzze del borgo noterete due cancelli adornati da numerosi lucchetti dell’amore riportanti i nomi delle coppie che si sono giurate amore eterno.

Su alcuni è riportata la data degli anni 1990!

Alla fine del borgo si trova il ponte di legno, solitamente addobbato da fiori colorati, dal quale si possono cogliere favolosi scorci panoramici.

E’ un ottimo punto per osservare il Ponte Visconteo da un’altra prospettiva e fare eccezionali foto ricordo.

Non è possibile entrare nel borgo in macchina, ma bisognerà lasciarla nei parcheggi all’esterno e la maggior parte sono a pagamento. 

2. Attraversare il Ponte Visconteo

Il Ponte Visconteo è un Ponte-Fortezza costruito nel XIV secolo e per la sua lunghezza (misura ben 650 metri) è anche chiamato Ponte lungo.

E’ stato costruito nel 1393 (e terminato in soli due anni!) per volere del Duca di Milano, Gian Galeazzo Visconti, allo scopo di impedire attacchi al ducato provenienti dai confini orientali.

E’ attraversato dal fiume Mincio e da altri canali, rappresenta l’attrazione principe di chi visita Borghetto.

Canale Virgilio: passaggio sotto il ponte Visconteo

Per i bambini è stato affascinante, e allo stesso tempo misterioso, percorrere questo lungo tratto di medioevo sul quale valorosi soldati si sono scontrati in numerose battaglie.

Fra queste, ricordiamo quella del 1796 in cui Napoleone riuscì a scacciare gli austriaci, proprio qui sul Ponte Visconteo!

Un tempo era annesso al Castello Scalingero.

3. Salire i 130 gradini che portano al Castello Scalingero

Il Castello Scaligero è l’antica fortezza tardo medioevale simbolo di Valeggio sul Mincio.

Ciò che vediamo oggi, sono i suoi resti in seguito al violento terremoto del 1117 e dei numerosi attacchi avvenuti in seguito da parte dell’artiglieria militare nemica.

Dal centro storico di Borghetto è possibile raggiungerlo salendo una scala di ben 130 gradini per poi essere ricompensati dall’eccezionale vista panoramica sulla valle del Mincio.

Il castello è raggiungibile anche dal centro di Valeggio attraverso una strada in salita interamente pedonale, fra il verde della collina e le eleganti ville liberty.

In alcuni periodi dell’anno è possibile accedere in cima alla torre del Castello e in condizioni di buona visibilità si riescono a scorgere anche le rive del Lago di Garda.

L’accesso al Castello è gratuito, mentre il biglietto per l’ingresso alla torre ha un costo di 2€ a persona, ma gratis fino ai 13 anni.

4. Percorrere la pista ciclabile

Se decidete di fermarvi a Borghetto per un intero week end, non dimenticate la bicicletta.

Qui trovate un tratto della celebre pista ciclabile europea che collega Mantova a Peschiera del Garda.

Il percorso, immerso nella natura, costeggia quasi totalmente il fiume Mincio.

Avendo un dislivello medio è adatto a persone di ogni età e per il suo suggestivo panorama rientra fra le piste ciclabili più belle del nord Italia.

Il tragitto da Peschiera a Mantova è lungo circa 43 km e ha un tempo medio di percorrenza di 4 ore.

Se siete a Borghetto o decidete di partire da Peschiera, una possibile opzione è percorrerla tutta fino a Mantova per visitare la città.

A questo punto potrete decidere di tornare indietro in treno o addirittura pernottare a Mantova e il giorno dopo ripercorrere in sella alla vostra bici il tragitto di ritorno.

La strada è quasi tutta asfaltata, ci sono solo brevi tratti di terreno sterrato.

5. Gustare i tipici Tortelli di Valeggio

Sono un capolavoro della tradizione culinaria locale e rigorosamente fatti a mano.

Il tortellino di Valeggio è conosciuto anche con il nome Nodo d’amore per via di un’antica leggenda molto romantica che affonda le sue origini alla fine del 1300.

Nasce dai racconti di Gonnella, il giullare incaricato di intrattenere il Duca di Milano, Gian Galeazzo Visconti, e i suoi soldati durante l’accampamento sul fiume Mincio.

Photo:verona.net

Riassumendo la lunga e intrecciata leggenda, si dice che Malco, il capitano dei soldati del Duca, si sia innamorato di Silvia, una bellissima ninfa abitante le acque del Mincio.

A causa di un sortilegio la fanciulla quando si trova nel mondo degli uomini è costretta ad assumere le sembianze di un’orrenda strega.

Malco la rincorre, ma nel tentativo di afferrarla fa cadere il mantello che l’avvolge, scoprendo la bellezza della sfortunata ninfa.

Tra i due è amore a prima vista, ma Silvia è costretta a tornare nelle profondità del fiume, così come pegno d’amore lascia a Malco un fazzoletto di seta annodato.

La storia prosegue con i due innamorati che vivono vicende tormentate per difendere il loro sentimento.

La leggenda fa il giro di tutto il Veneto e le donne di quel tempo si ritrovano nelle cucine intrattenendosi con i racconti su Silvia e Malco.

Li ricordano tirando una pasta sfoglia sottile come la seta, tagliata e annodata (proprio come il fazzoletto che Silvia regala a Malco!) arricchendola con un prezioso ripieno.

Nasce così il Tortellino Nodo d’amore di Valeggio.

Se siete di passaggio, potete decidere di comprarli in uno dei pastifici fra Borghetto e Valeggio oppure fermarvi a gustarli in una dei ristoranti che si affacciano sul Mincio.

Se vi piace la pasta ripiena c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Si spazia dal tradizionale piatto di tortelli in brodo a condimenti più decisi per arrivare alle diverse opzioni di ripieno.

Tortelli all’anatra, ai porcini, alla zucca, ai formaggi di malga, al salmone con pasta al nero di seppia, ce n’è per tutti i gusti!

Per chi invece vorrebbe provare più sapori, può richiedere il menù degustazione che prevede un tris di tortellini, meglio ancora se accompagnati dal classico calice di Bardolino.

6. Visitare il Parco Giardino Sigurtà

Credit Photo: https://www.sigurta.it/

Il Parco Giardino Sigurtà risale al 1400.

All’origine era una fattoria, ma l’attuale aspetto è dovuto all’industriale farmaceutico Giuseppe Carlo Sigurtà che nel 1941 inizio un’opera di riqualificazione del parco.

Credit Photo: https://www.sigurta.it/

L’amore e la passione della famiglia Sigurtà, ha portato avanti il progetto rendendo il Parco Giardino un vero angolo di paradiso affacciato sul fiume Mincio.

Credit Photo: https://www.sigurta.it/

Nel 2013 è stato infatti dichiarato Parco più bello d’Italia e nel 2015 secondo parco più bello d’Europa.

Viste le dimensioni del parco e le tante cose da vedere, è consigliato visitarlo in bicicletta o noleggiare le golf car elettriche.

Credit Photo: https://www.sigurta.it/

In alternativa si può raggiungere in macchina parcheggiando a 500 metri dall’ingresso nell’area gratuita.

A questo punto si può decidere di salire a bordo del trenino interno che in poco più di mezz’ora fa un giro completo e poi godersi una bella e salutare passeggiata per visitare le aree di maggiore interesse.

Credit Photo: https://www.sigurta.it/

Bellissimi i laghetti pieni di ninfee, l’esplosione di colori e profumi durante la fioritura primaverile e le calde tonalità del foliage autunnale.

Fra le varie attrazioni del parco, le più gettonate dai bambini saranno sicuramente la fattoria (nella quale sono presenti animali da cortile) e il labirinto .

Credit Photo: https://www.sigurta.it/

Al centro del labirito sorge una torre dalla cui cima è visibile la sua affascinante geometria.

Per informazioni sugli orari di apertura e i prezzi del biglietto, potete consultare la pagina ufficiale del Parco Giardino Sigurtà

Dove sostare con il camper

Le famiglie camperiste come noi che vogliono visitare Borghetto sul Mincio, possono sostare nelle due aree vicinissime al centro storico e al Ponte Visconteo.

Noi abbiamo sostato nel Camper Parking Visconteo aperto 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno.

L’area è pulita, curata e dotata di un sistema automatizzato con card ricaricabile con monete o bancomat/carta di credito.

C’è l’area barbecue, una piccola area giochi per i bambini, distributori automatici di bevande calde (caffè, tè, latte) e merendine dolci e salate.

Inoltre ci sono due lavelli per le stoviglie dotati di acqua calda e la zona lavanderia.

L’area è su terreno ghiaioso e sono presenti i servizi di carico/scarico e allacciamento a 220.

La nostra esperienza è stata positiva e la consiglierei principalmente per la posizione e per l’ambiente curato.

L’altra area per camperisti è più adiacente al centro del borgo, si chiama Parcheggio Virgilio ed è un ampio parcheggio misto per camper, autobus e auto.

Leggi anche Week end a Salò sul Lago di Garda

Per rimanere sempre aggiornato seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Instagram   😉

Shares
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Barbara
Barbara
1 mese fa

Wow! Che bellissime foto ! Deve essere un posto meraviglioso!

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Torna su