Dove mangiare al Lago d’Orta a dintorni

Shares

L’Alto Piemonte è anche meta turistica culinaria con una tradizione enogastronomica vivace e antica e in questa zona il cibo è considerato un elemento culturale.

Molti ristoranti propongono eccellenti piatti a base di carne e piatti di terra cucinati con prodotti a km zero, mentre fra i pesci del lago di Orta, il più apprezzato è il prelibatissimo pesce persico.

Un itinerario di sapori consigliati e provati da noi al Lago di Orta e dintorni.

Se volete mangiare a km zero, immersi nella natura fra cavalli e quiete, La Fattoria del pino fa per voi.

Si trova a Miasino, a circa 10 minuti di auto dal lago di Orta, dove Cristina, la proprietaria, ci ha accolto riservandoci un tavolo sul terrazzino esterno.

Abbiamo cominciato il pranzo con un antipasto di formaggi e salumi locali serviti con composta di cipolle e miele (assolutamente da provare!). Il tutto accompagnato da un bicchiere di Nebbiolo.

La cucina è prettamente casalinga, i prodotti sono genuini e c’è una discreta scelta di birre e vini.

A fine pasto ci è stato offerto un bis di liquori, il nocino e il lemonsino (qui denominato perseghina) ricavato da una profumata pianta del loro giardino.

Ristorante rustico e accogliente, il bagno è attrezzato con fasciatoio  per il cambio del bambino.

Consigliato a famiglie con bambini.

Indirizzo: Regione Brascino 30, Miasino –  Tel 3395936589

————————————————————————————

Altra chicca del posto è rappresentata dal ristorante La Genzianella, nei pressi della piscina comunale di Miasino, per chi dopo una giornata di divertimento acquatico ha voglia di gustare buoni sapori a tavola.

Esperienza molto positiva, dopo un antipasto di bruschette al pomodoro servite su un vassoio in grafite (anche l’occhio vuole la sua parte!), abbiamo gustato un’ottima tartare di manzo da intingere nella tradizionale e delicata bagna càuda.

Dopo le tagliatelle al ragù di anatra, l’uovo in carrozza servito con prosciutto crudo su un letto di formaggio e asparagi, il km zero si sente.

La Genzianella ha una gran varietà di vini così, su suggerimento delle gentilissime Nadia e Federica presenti in sala, abbiamo accompagnato la nostra cena con un aromatico Valdobbiane.

Abbiamo concluso con sorbetto al pompelmo rosa, caffè, biscotti della casa e tanti complimenti alla cuoca Marcella presente in cucina che è venuta a salutarci.

Un ambiente familiare e accogliente con particolare attenzione al dettaglio e alle materie prime, prezzi contenuti ed è presente anche una terrazza esterna per chi preferisce un tavolo all’aperto.

Per i più intraprendenti, è possibile ottenere il menù anche attraverso il QR code ‘puntami e leggimi’.

https://www.comune.miasino.no.it/it-it/vivere-il-comune/sport/coc-beach-33264-1-a316d29c98a883bca3be6013c400025f

Curiosità: Lo sapevate che la bagna càuda è una specialità del ‘vecchio Piemonte’ ed è simbolo delle amicizie, del focolare nelle antiche cascine da dove ha origine?

Indirizzo: Via Per Armeno 10, Miasino  – Tel 0322 980051

————————————————————————————

Durante il nostro giro rodariano sulle sponde del lago di Orta, abbiamo pranzato al Forum Cafè di Omegna.

Si tratta di un bistrot davvero singolare per il suo caratteristico stile urban ed è particolarmente frequentato da famiglie con bambini.

Si possono gustare specialità di terra, mare e pasta fatta in casa ad ottimi prezzi e anche qui imperano gli ingredienti locali a km zero.

Abbiamo mangiato paccheri alla crema di fave e gamberetti, cous cous con verdure e gamberi e una saporita costata di maiale impanata (non è la ‘solita’ panatura!) con contorno di patate.

Ottimo anche il caffè espresso e il Valdobbiadene.

Non è stato solo un pranzo, ma un percorso sensoriale, un viaggio fra il gusto e l’arte con alle pareti i quadri in stile pop art dipinti da Massimo uno dei proprietario e l’arredamento con elementi vintage scelti da Alex e Matteo.

Anche il bagno è molto caratteristico con lo sguardo indagatrice di Monnalisa.

Oltre alla sala interna e i tavolini esterni è presente anche una sala superiore con possibilità di affittarla per feste (con o senza catering).

Il bistrot si trova in area pedonale ed è attiguo al parco giochi Maulini, così i bambini, finito di mangiare, possono giocare senza pericoli mentre i genitori terminano il loro pasto in tranquillità.

Un ambiente che sa metterti a proprio agio (abbiamo pranzato osservando uno dei proprietari dipingere una tela) e incontra le esigenze delle famiglie.

Indirizzo: parco Pasquale Maulini 8, Omegna – Tel. 3406804860

————————————————————————————

La Taverna dell’Antico Agnello è inserito in quella che era l’Orangerie dell’aristocratica Villa Nigra a Miasino.

Eccellente cucina e la scelta dei vini molto accurata, ambiente elegante.

Abbiamo gustato un morbidissimo filetto di maiale e gorgonzola accompagnato da patate e taccole, un delicato vitello tonnato e un tagliere di salumi e formaggi locali.

Il tutto accompagnato da un sublime Nebbiolo del Torraccia del  Piantavigna dell’Alto Piemonte.

Eccezionale la panna cotta con frutti di bosco.

La proprietaria è stata estremamente cortese con particolare attenzione e cura al servizio offerto ai bambini.

Ristorante molto raffinato con possibilità di mangiare all’esterno nel giardino del parco della villa (in questo caso ricordatevi di portare il repellente per le zanzare!) e molto ricercato anche dal turismo internazionale.

Indirizzo: via Martelli 4, Miasino – Tel 0322980527

————————————————————————————

Durante la visita al Santuario della Madonna del Sasso,  per un veloce pranzo con vista panoramica sul lago di Orta,  Il Chiosco propone piatti freddi e caldi (piadine, focacce, pizzette, toast, panini farciti, ma anche lasagne, cannelloni ricotta e spinaci, hamburger, cotolette, patatine rosti ) e dolci di pasticceria.

Per gli amanti della birra, consiglio la rossa dal gusto intenso e amarognolo.

Indirizzo: Piazza Scalpellini, Madonna del Sasso – Tel  3428982388

Leggi anche ➡ 10 cose da fare al Lago di Orta

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici: il tuo parere porta valore a questo sito 😉
Per rimanere sempre aggiornato seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Instagram, puoi anche guardare le storie in evidenza del nostro tour sul lago di Orta.

 

 

 

Shares

2 thoughts on “Dove mangiare al Lago d’Orta a dintorni

  1. Wow! Che bell’itinerario che hai fatto! Benché sia piemontese, non ho mai avuto occasione di girare vicino al Lago d’orta! Potrei sicuramente approfittarne x una gita fuori porta!
    Grazie per i suggerimenti!

  2. Trovo che quella piemontese sia una cucina molto ricca e saporita, del resto ogni regione italiana ha i suoi cavalli di battaglia e possiamo vantarci di avere la migliore tradizione culinaria del mondo ^.^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.