Forno Statico o Ventilato?

quando-usare-Forno-Statico-o-Ventilato
Shares

Forno statico o ventilato? E’ una delle domande che affligge nel momento in cui dobbiamo cimentarci in qualche preparazione diversa dal solito.

Fino a qualche tempo fa, quando accendevo il forno, per qualsiasi pietanza per me esisteva solo la cottura in modalità ventilata.
In effetti il risultato non era sempre quello desiderato e non comprendevo bene il motivo.

Le difficoltà le incontravo soprattutto con torte e pizze.

Abbandonata la pigrizia (ebbene si, ogni tanto sono pigra anch’io) ho deciso di documentarmi, creando poi un semplice e pratico schema con le informazioni base da appendere al frigorifero come promemoria.

IL FORNO STATICO

Nel forno statico la cottura è più lenta, meno uniforme, così i cibi risultano asciutti e cotti anche all’interno.
E’ più adatta ai lievitati che hanno bisogno di una cottura più delicata che gli consenta di crescere.
Questa modalità è perfetta per torte, pane, pizze, focacce, pasta sfoglia, pan di spagna

IL FORNO VENTILATO

La cottura ventilata è indicata per cuocere più pietanze nello stesso momento, sfruttando tutti i ripiani del forno e permette una cottura più omogenea, rendendo i cibi croccanti fuori e umidi all’interno.
Questa modalità è perfetta per carne, pesce, verdure (anche ripiene), pasta al forno, biscotti, crostate o in genere dolci dal cuore morbido.

Leggi anche Frittata di patate al forno

Vieni a trovarci anche su Instagram per accompagnarci in tempo reale nei nostri viaggi e condividere esperienze quotidiane.

Unisciti anche tu alla nostra Community iscriviti alla Newsletter per ricevere una volta alla settimana idee di viaggio ed esperienze per famiglie!

Shares
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
Torna in alto