Noleggiare un camper: 4 consigli pratici per famiglie con bambini.

Shares

Se vi piacerebbe provare un avventuroso viaggio in camper insieme ai vostri bambini e cercate consigli pratici su come organizzarvi e dove noleggiarlo, vi racconto la nostra esperienza.

Per il nostro primo viaggio in camper, ci siamo affidati a Blurent, la più diffusa rete italiana per il noleggio camper.

Sul sito è possibile selezionare il centro BluRent più vicino da dove volete partire.

 

1 RACCOGLIERE INFORMAZIONI

La prima cosa che abbiamo fatto, prima di noleggiare il camper è stata raccogliere informazioni leggendo racconti di viaggio e soprattutto guardando le videoguide per l’utilizzo del camper ➡ https://www.blurent.com/category/video-guide/

Letti a castello, letti gemelli o doppia dinette?

Ogni famiglia, anche a seconda del numero di componenti, ha esigenze diverse ed è quindi fondamentale comprendere qual è la tipologia di camper più adatta da noleggiare.

Abbiamo trovato molto utile partecipare alle fiere di settore per toccare con mano e sperimentare le diverse soluzioni.

Abbiamo studiato insomma 😛

2 PIANIFICARE L’ITINERARIO E LE SOSTE

Per la prima esperienza di viaggio, può essere utile pianificare a grandi linee un itinerario e scaricare sul cellulare un’applicazione per ricercare le aree sosta.

Viaggiando con i bambini sarebbe più prudente non praticare la sosta libera, soprattutto per chi si trova ai primi approcci nei confronti di questa tipologia di vacanza.

Secondo la nostra esperienza, il miglior sito per la ricerca delle aree di sosta e campeggi è ➡ https://www.camperonline.it/sosta-camper/aree-di-sosta/italia

In aggiunta a questo, abbiamo scelto di scaricare sullo smatphone l’applicazione  “Camper Contact”: esiste la versione Free, ma con pochissimi euro è possibile acquistare la versione a pagamento che è molto più completa e dettagliata.

Per scaricarla clicca ➡ Camper Contact.

3 ORGANIZZARE LA ZONA NOTTE E LA ZONA GIORNO

Partiamo dalla zona notte: a seconda della stagione in cui si viaggia bisogna considerare la tipologia di biancheria (lenzuola, federe, cuscini, coperte,

asciugamani, etc..) esattamente come se si andasse in vacanza in appartamento.

Per esperienza, consiglio di portare un cambio di lenzuola in più per il letto dei bambini e di coprire il materasso con traverse per eventuali incidenti di percorso come pipì a letto.

Durante la marcia i bambini dovranno essere assicurati al seggiolino auto: universale (fino ai 18 kg) o rialzo (obbligatorio per bambini fino a 150 cm di altezza).

Per la zona giorno, molto utili le tovaglie plastificate da lasciare stabilmente sul tavolino, in modo da non rovinarlo (anche con pennarelli o giochi durante il viaggio).

E’ possibile richiedere l’occorrente per viaggiare senza appesantire le tue valigie: puoi scegliere fra il kit cucina (stoviglie, pentole, padelle, etc..), il kit navigatore, kit letto (lenzuola, sacco letto, etc..) e altri kit più specifici, pagando un contributo.

Abbiamo scelto di portare da casa il necessario, ottimizzando gli spazi, senza appesantire troppo il mezzo.

In cucina molto utile il bollitore per latte o acqua, una pentola alta, una padella, una scodella per l’insalata e lo scolapasta.

Altro oggetto utile è stato una piccola vaschetta da inserire nel lavandino, dentro la quale abbiamo scolato l’acqua della pasta (sconsigliato farlo nel lavandino perché stagna) e dentro la quale abbiamo messo poi a mollo le posate e i piatti.

Altra regola importante da seguire è quella di non utilizzare il detersivo per i piatti direttamente nel lavandino per evitare si formi la schiuma all’interno del serbatoio.

Qualsiasi tipologia di liquido residuo (tè, caffè, succo di frutta, etc..) meglio smaltirlo altrove, ad esempio versandolo in una bottiglia con l’aiuto di un imbuto.

Riguardo ai prodotti per la pulizia, uno sgrassatore universale, detersivo per lavare i piatti (nelle aree sosta\camping), qualche spugnetta e l’immancabile scopa con paletta.

Servono davvero pochi e indispensabili oggetti.

4 FARE SCORTE DI CIBO E ACQUA (ma non troppo)

Uno degli aspetti davvero positivi del viaggio in camper insieme ai bambini è avere una cucina sempre aperta.

Anche a seconda dei giorni disponibili, è bene organizzare la dispensa con prodotti dal consumo pratico e non deperibili, come pasta, biscotti per la colazione, succo di frutta, legumi in scatola.

Prima della partenza ho trovato molto comodo preparare in anticipo da casa qualche sugo pronto (anche da surgelare), verdura già pulita e lavata da casa (in camper è sempre bene risparmiare acqua), frutta fresca e cibi già cotti pronti al consumo (polpette al sugo, frittata di pasta, insalata di riso).

Uno degli aspetti più affascinanti del viaggiare in camper è acquistare i prodotti del posto: pesce, verdura, specialità locali. Quindi è bene fare scorta di cibo prima della partenza, ma non troppo in modo da gustare anche le prelibatezze e i sapori del luogo che si sceglie di visitare.

E’ anche importante avere la giusta quantità di bottiglie di acqua e di alloggiarle sempre nel punto più in basso per dare al camper il giusto baricentro.

Il fascino del viaggio in camper dipende anche dal modo in cui si riesce ad organizzare l’aspetto pratico, magari la prima volta si faranno errori di valutazione dai quali imparare e migliorare per la volta futura.

 

Leggi anche ➡ viaggio in camper con i bambini

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici: il tuo parere porta valore a questo sito 😉
Per rimanere sempre aggiornato seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Instagram  😉

Shares

7 thoughts on “Noleggiare un camper: 4 consigli pratici per famiglie con bambini.

  1. Noi stiamo seriamente valutando di comprare un camper. Ora abbiamo un multivan super accessoriato, in cui vomendo si può anche dormire in emergenza. Ma essendo sempre in the road vogliamo fare il salto di qualità. I tuoi consigli sono davvero preziosi!

  2. Io adoro viaggiare in camper. Non conoscevo questa società, la proverò. Hai dato indicazioni molto utili, soprattutto se si hanno bambini ! Scorta di acqua sempre, è fondamentale e poi tanto tanto divertimento, sono gli ingredienti per una vacanza perfetta

  3. Grazie per l’articolo. Non ho mai usato o noleggiato un camper , ma viaggio molto con il fuoristrada, Certo non è la stessa cosa , il camper ha confort che noi non abbiamo. Anch’ioogni tanto uso delle app del telefonino per trovare dei punti sosta, nel mio caso, sono davvero utili. Una cosa di cui non hai parlato è la griglia: un’accessorio che un camperista/viaggiatore non gli deve mancare. ahahahah Complimenti per l’articolo ci sono cose molto utili.

  4. Quando ero piccola, ho girato l’Europa con i miei a bordo di camper noleggiati. Eravamo in 5 in famiglia ed è sempre stata la soluzione migliore per unire grandi viaggi a un po’ di risparmio. Io adoravo viaggiare in camper.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.