Preparare le valigie per la famiglia: consigli pratici

Shares

Hai bisogno di preparare le valigie per tutta la famiglia e sei in cerca di consigli pratici per farlo nel migliore dei modi senza dimenticare ciò che è essenziale e nemmeno smontare mezza casa.

Se sei alla ricerca di un buon equilibro fra il team minimal e il team porto dietro il mondo, qui raccontiamo la nostra esperienza di famiglia viaggiatrice con 3 bambini e 2 gatti e tanti chilometri percorsi con ogni mezzo di trasporto (aereo, auto, nave, treno e adesso anche camper!)

Preparare la valigia per tutta la famiglia non è impresa facile che si tratti di un lungo viaggio o di un week end fuori porta, serve organizzazione. Soprattutto per chi ha la tendenza di portarsi dietro metà casa.
Ho voluto lanciare una sfida a me stessa preparando i bagagli in stile minimal cercando di avere tutto il necessario, ma senza esagerare.
(anche se su questo punto sono in continua evoluzione :-p ).

Prima preparavo le valigie piene di tanti ‘porto anche questo che non si sa mai!!”, rendendomi conto, al rientro di quanta roba ha occupato inutilmente il nostro tempo e il nostro spazio !

Sto testando questo metodo che nel nostro caso risulta vincente, almeno per il momento.

Visto che ogni famiglia ha proprie abitudini e necessità, ho voluto scrivere degli spunti di carattere generale per organizzarsi al meglio e in maniera pratica.

La prima regola è ricordarsi che questa è un’attività coinvolgente, unisce grandi e bambini: la valigia facciamola insieme!
E’ divertente osservare quanto siano entusiasti e felici, immaginando quali avventure vivranno indossando proprio quelle scarpe o quelle magliette che stanno infilando nel loro zainetto! ( e nel frattempo ci alleggeriscono anche il lavoro 🙂 )

  • Preparare in anticipo una lista: si comincia giorni e giorni prima, carta e penna, (vecchia scuola) o utilizzando il blocco notes dello smartphone per chi preferisce il metodo digital.
    Io li uso entrambi, a seconda di dove mi trovo aggiorno la lista poco alla volta, anche se ammetto di preferire la carta perché riesce a darmi quella ‘visione di insieme’ che il blocco note del telefono non mi trasmette.
    Trovo sia utile anche suddividerla per colonne con il nome di ciascun componente della famiglia.
    I capi di abbigliamento che scelgo sono facilmente abbinabili fra loro, così come gli accessori e le scarpe (indossiamo le più ingombranti durante il viaggio in modo che non occupino volume in valigia).
    Un’altra colonna la utilizzo per oggetti di uso comune come asciugacapelli, ombrellini, fazzoletti, guide, lucina notturna, forbici e sacchetti vuoti per biancheria sporca.
    La lista è importante anche per organizzare in anticipo i lavaggi dei vestiti che occorre portarsi. Se vuoi stampare una delle nostre liste di viaggio per compilarla in base alle esigenze della tua famiglia, puoi trovarle QUI

Ricorda che se la compili a matita puoi  riadattarla nel tempo e conservarla come riferimento per  il viaggio successivo. Noi ne abbiamo una in versione invernale e l’altra estiva. Pratico, vero?

  •           Prodotti per il corpo: su questo aspetto non punto sull’economizzare lo spazio in valigia, ma considero con attenzione le esigenze di ognuno soffermandomi molto sulla pelle delicata dei bambini.
    Quindi shampoo e bagnoschiuma delicato, meglio se si riesce a trovare un prodotto unico cha vada bene per corpo e capelli.
    Creme solari, latte dopo sole, repellenti per insetti, crema per cambio del pannolino.
    Memore di vecchie disavventure, per evitare che i prodotti si rovescino o si aprano in valigia durante il trasporto, li avvolgo uno ad uno nella pellicola trasparente.
    Ricordo di portarne un rotolo per fare la stesso operazione al rientro.
  • Medicine cosa portare? sicuramente è utile avere un kit basico di primo soccorso (cerotti, disinfettante, garze, antistaminico, ghiaccio istantaneo, termometro e paracetamolo ), il resto, se occorre, lo si compra sul posto.
  • Documenti: quelli di ciascun componente compresa tessera sanitaria e le stampe delle prenotazioni e dei biglietti di viaggio.
    Bancomat, eventuali carte di credito, agenda con i riferimenti all’ home banking.
  • Tecnologia e tempo libero: indispensabili sono fotocamera e videocamera che ci aiutano a catturare emozioni e ricordi.
    Il tablet è utile ma non fondamentale: in caso di febbre o di maltempo, fa comodo avere disponibile qualche cartone animato da guardare insieme per rilassarsi un po’.
    Da inserire in lista anche i vari caricabatterie e gli auricolari.
    Un buon libro in vacanza è un ottimo compagno di viaggio.
    L’ebook è sicuramente praticissimo, racchiude in poco spazio un’intera libreria e personalmente non riesco ancora ad apprezzarlo pienamente perché non sostituisce il fascino del profumo delle pagine.
  • Giochi: portiamo una piccola borsa contente alcuni giochi per intrattenere i bambini magari nei momenti di sosta o di attesa al ristorante. Matite colorate e album da disegno hanno sempre maggior successo così come il classico album con le figurine.
    Poi ci sono quei giochi di società che amiamo fare insieme, magari di sera prima di andare a letto, un momento di tempo felice in famiglia.

  • Qualcosa da mangiare: altra cosa importante è avere una piccola borsa frigo con qualcosa di pratico per uno spuntino: crackers, toast, frutta o uno sfizioso panino alla crema di nocciola.
    Succo di frutta e bottigliette d’acqua da mezzo litro, di solito una per ogni componente.
  • Organizzare il rientro: per rendere più morbida la fine della vacanza, ho iniziato ad organizzare anche il rientro.
    Il momento è emotivamente e praticamente impegnativo: vogliamo parlare delle millemila lavatrici da caricare, delle valigie da disfare, la spesa da fare e la cena da preparare?

Tornare a casa dopo una vacanza è un momento emotivamente difficile e praticamente impegnativo.
Ho trovato, così, alcune soluzioni adatte ad alleggerire le fatiche del ritorno.

Se il rientro a casa è previsto in una data certa, mi organizzo con la spesa on line: la faccio prima della partenza o durante la vacanza se ho a disposizione una connessione internet.
E’ impagabile quella sensazione che si prova nel ritrovarsi qualcuno che ti citofona e ti lascia la spesa in cucina.
Tutto cio’ senza dover uscire, senza spreco di tempo e fatica.

E quando la spesa on line non è possibile?
Prima della partenza, acquisto prodotti non deperibili, in modo da improvvisare un pasto in poco tempo, come ad esempio un piatto di spaghetti al pomodoro, che a casa mia soddisfa ogni palato.
A tal proposito, ho preparato anche un elenco di cosa non dovrebbe mai mancare in dispensa.

Con il tempo e l’esperienza, ho imparato che una buona organizzazione è alla base di una buona riuscita per ogni cosa e fa risparmiare tempo: tempo da dedicare alla famiglia, a noi stessi e ai nostri interessi.

Ogni viaggio insegna sempre qualcosa, ti migliora, aggiunge un pezzettino a ciò che sei già.
Sai che c’è sempre qualcosa da imparare: anche su come organizzare la valigia per il viaggio successivo 😉

Se vuoi altri spunti su cosa inserire in valigia, puoi seguire su Amazon lo shop di Vita in famiglia* e vedere la lista dei nostri indispensabili.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo: il tuo parere porta valore a questo sito  😉

Per rimanere sempre aggiornato seguici anche sulle nostre pagine  Instagram e Facebook.

*Contiene link affiliato.

Shares

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Alessia
Alessia
4 anni fa

Mi piace molto la descrizione della suddivisione in colonne dentro la valigia! Grazie Vita in Famiglia👍🏻

viaggiapiccoli
viaggiapiccoli
3 anni fa

Siamo d’accordissimo: “In ogni viaggio si impara qualcosa”. E sulle valigie siamo supertecnici, anche se io (Cristina) e Francesco abbiamo metodi differenti

3
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Torna su