Val Seriana: area camper adatta alle famiglie

Shares

In Val Seriana, a poco più di un’ora da Milano, si trova l’area camper Busgarina, immersa nel verde della pineta di Clusone e adatta alle famiglie e agli amici a quattro zampe.

E’ un luogo silenzioso e perfetto per un week end con i bambini perché si possono vivere molte esperienze all’aria aperta circondati da bellissime montagne.

Partiamo dalla posizione.

Si trova a 4km dal centro di Clusone, precisamente sulla ciclovia che collega Bergamo alla Valbondione, in alta val Seriana, e la maggior parte del percorso costeggia il fiume Serio.

Quindi se venite qui ricordate di portare la bicicletta o la mountain bike perché è una bella opportunità per una pedalata nella natura di questa verdeggiante valle.

In autunno, invece, si raccolgono castagne e funghi godendo di piacevoli passeggiate nel variopinto fogliame autunnale.

All’interno dell’area camper Busgarina si trova un piccolo laghetto per praticare la pesca sportiva che appassionerà moltissimo anche i bambini e su richiesta vengono fornite esche e lenze.

Ma ciò che rapirà i vostri figli sarà l’ampio parchetto con i giochi, campo da beach volley e tappeti elastici (l’utilizzo di questi ultimi è a pagamento).

Bar, punto ristoro, pizzeria e barbecue renderanno ancora più piacevole la permanenza .

Nell’area si trovano asini, pony che girano in condizione di semi libertà, ma protetti da una rete divisoria ed è frequente e piacevole ritrovarsi a cenare vedendoli passeggiare nelle loro aree.

Nel fine settimana è possibile cavalcare il pony, i bambini impazziranno!

Gli ospiti vengono accolti omaggiandoli di una confezione di uova fresche che abbiamo apprezzato molto ed è obbligatorio il tesseramento annuale di 5 euro.

Ci sono 80 posti di cui 28 con allaccio elettrico (è utile prenotare se serve la corrente) e per la gioia dei camperisti è possibile aprire il tendalino ed effettuare l’accesso notturno all’area sosta.

Anche se in maniera molto spartana ed essenziale è presente il lavello per le stoviglie, i bagni e le docce calde.

Quando vogliamo ritagliarci qualche giorno fra relax e attività sportive, fuggiamo dal caldo e dallo stress della città per rigenerarci in questa oasi di pace.

Nelle notti di giugno abbiamo anche visto lo spettacolo delle lucciole, ormai evento rarissimo!

Qui nella Val Seriana, non si respira solo natura, ma anche storia, arte e buon cibo.

Una escursione consigliata è visitare il caratteristico centro storico di Clusone, ci si arriva agevolmente percorrendo la ciclovia.

Noi abbiamo deciso di fare il percorso a piedi che fra andata e ritorno sono in totale 8 km.

Ci sono diverse cose che si possono fare e vedere a Clusone, qui elencherò quelle vissute in una mattinata.

L’attrazione principale della cittadina è senz’altro l’orologio astronomico Fanzago presente sulla facciata del palazzo comunale.

E’ dotato di un meccanismo semplice e geniale che segna le ore, i mesi, i giorni, la durata del giorno e della notte, i segni dello zodiaco, le fasi lunari e la durata della lunazione.

Fu costruito da Pietro Fanzago, matematico e meccanico, così nel 1583 fu posto nella facciata ricca di affreschi della torre civica.

Dalla piazza dell’orologio, percorrendo una breve strada in salita, si arriva facilmente alla Basilica di S. Maria Assunta e San Giovanni Battista che spicca per il suo imponente campanile.

Fu costruita nel 1600 su disegno dello stesso architetto che si occupò di disegnare il Duomo di Milano e dal suo lungo portico si può godere della vista panoramica sulla valle.

Al suo interno custodisce tele di pregevole valore e ben 8 cappelle che si articolano su un’unica navata.

Appena accanto alla Basilica, si trova l’oratorio dei disciplini sulla cui facciata si trova il famosissimo la famosissima ‘Danza macabra’, opera del clusonese Giacomo Barlone risalente al 1485.

E’ un affresco unico al mondo che raggruppa i tre temi iconografici medioevali della Morte: il Trionfo, la Danza Macabra, l’Incontro o Contrasto fra i Vivi e i Morti.

I personaggi Vivi rappresentano l’intera umanità e sono vestiti a seconda della loro classe sociale (artigiani, contadini, principi, prelati, etc..).

Uomini e donne volutamente ancora attaccati ai loro oggetti che simboleggiano potere, ricchezza e bellezza, vengono accompagnati dagli scheletri verso il loro inesorabile destino cioè la Morte.

Che tu sia stato un uomo potente o un umile contadino na volta sopraggiunta la Morte si azzereranno tutte le differenze.

Accanto all’affresco si trova il museo della Basilica visitabile gratuitamente.

Contiene al suo interno una vasta esposizione di arte sacra ed è stata una piacevole sorpresa, un giro molto interessante e istruttivo anche per i bambini.

Leggi anche Valbondione con i bambini – anche in camper

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici: il tuo parere porta valore a questo sito
Per rimanere sempre aggiornato seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Instagram

Shares

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Torna su